1 trieste luca.jpg20141005_142508.jpganguane davide 1.jpganguane michela 1.jpgarsiero grotta della cava.jpgasiago.jpgbuso delle anguane.jpggrappa.jpgingresso spaurasso.JPGmanu e luci g estate.jpgmarina grotta cava.jpgmartina anguane bis.jpgpiero rana.jpgpipistrello.jpgpisatela.jpgsan luca.jpgsilvia anguane.jpgteleferica.jpgtrieste 3.jpgtrieste aurora.jpgtrieste.jpgvale scala.jpg

Notizie e racconti dal Gruppo Speleologico CAI Marostica i barbastrji

Marostica, una nuova grotta?

23 mag. 2016 Quasi in tempo reale scrivo di questa piccola scoperta di casa nostra, un buco che si apre su una cengetta di una parete rocciosa immersa nel verde delle colline di Marostica, raggiunto dopo una piccola arrampicata ed un attrezzamento con corde e tecniche speleo, fra poche ore sapremo se nasconde una grotta oppure no! Valentina Tiberi

 

1

2

 

Marostica, ritrovate due vecchie grotte

23 mag. 2016  Continuando a scusarci per questi ultimi articoli del sito un po' frettolosi perchè siamo usciti quasi tutti i giorni e c'è stato più tempo per fare che per scrivere, ecco un altro piccolo flash che viene da Marostica. Finalmente ma per caso, dopo diverse giornate di ricerca siamo riusciti a ritrovare due vecchie cavità censite al Catasto nel 1986, forse in un periodo della speleologia dove il mondo delle grotte era ancora tutto da esplorare e tante piccole cavità come quelle di cui stiamo parlando non sono state adeguatamente considerate. Il covolo del Dolmen e la Caverna delle 4 nicchie, tanto cercate a Capitelli, le abbiamo trovate a Contrà Placca e, così come il Buso delle Mole, queste cavità non sono assolutamente di origine naturale mostrando segni evidenti di attività estrattiva di materiale litico, probabilmente arenaria e conglomerato. Due piccole cave sotterranee in pratica, lunghe alcune decine di metri, ma interessantissime sia dal punto di vista storico sia geologico. Marostica continua a sorprenderci! Lasciamo per ora ad un altro momento il racconto dell'esplorazione di queste grotte, esplorazione effettuata in notturna, emozionantissima, che ha visto oltre a me, Maurizio Mottin, Marina Presa ed Ilaria Ghiro immergerci in una valli delle colline di Marostica tanto vicina al mondo abitato quanto selvaggia. Valentina Tiberi

 

DSCN2726

DSCN2739

 

 

Miniera 4 ossi, Pisogne (BS)

23 mag. 2016 L'attività estrattiva di minerali del ferro quali la siderite possono essere fatti risalire al periodo romano e l'estrazione si è protratta fino agli anni 50 del secolo scorso. Questa miniera è una delle più interessanti d'Italia, non solo per la sua storia ma anche perchè l'acqua d'infiltrazione vi ha creato all'interno spettacolari concrezionamenti: stalattiti, stalagmiti, vele e pisoliti talora dai colori molto variegati. Ieri questa cavità è stata sede di una delle nostre escursioni didattiche di avvicinamento alla speleologia che ha riscosso un grande successo con 30 partecipanti. La visita è stata possibile grazie al lavoro portato avanti da qualche anno dagli speleo del Gruppo Speleo Montorfano che stanno rivalorizzando un ambiente altrimenti dimenticato, adatto alla visita di adulti e bambini, speleologi o meno. Una perla affacciata sul Lago d'Iseo. Valentina Tiberi

 

DSCN2827

DSCN3162

DSCN2915

DSCN3224

 

Abisso dei 3 ingressi e Spauga di Lusiana

23 mag. 2016 Negli ultimi 10 giorni abbiamo fatto così tante attività e così variegate fra di loro che non c'è tempo per imprimere pagine di emozione scritta anche se ne varrebbe la pena davvero! Lasciamo che alcune foto parlino da sè e la fantasia del lettore di questo sito colmi la mancanza di parole scritte. Dopo un primo tentativo di discesa di neanche 10 giorni fa, riecco i nostri Maurizio Mottin e Ludmila Moraru a scendere due dei più begl'abissi dell'Altopiano di Asiago, poco sopra Lusiana: l'Abisso dei 3 ingressi e la Spaluga di Lusiana, quest'ultima però, accedendo dall'ingresso non classico. Valentina Tiberi 

 

DSCN2917

Il grande pozzo naturale dell'Abisso dei 3 ingressi visto da sotto (almeno 100 m di salto).

DSCN2950

Abisso dei 3 ingressi: le tre aperture d'accesso dalle quali prende il nome questa grotta

DSCN3085

Spaluga di Lusiana, Ingresso non classico

DSCN3081

Spaluga di Lusiana: al di sotto della "finestrella" triangolare il nero del salone alto oltre 50 m, grande abbastanza da contenere la piazza di Marostica. 

 

Discesa all' Abisso Est e Abisso 3 ingressi (Lusiana)

12 mag. 2016 Vi proponiamo un breve video che vede alcuni di noi impegnati domenica scorsa nella discesa dell'Abisso Est e del vicino Abisso dei 3 ingressi a Campo Rossignolo (Lusiana, VI), due delle grotte più impressionanti dell'Altopiano. CLICCA QUI PER APRIRE IL VIDEO.

Valentina Tiberi

 

est maggio 2016

 

Un' ordinaria esplorazione a Lastaro

11 mag. 2016 Chi non è speleologo non può immaginare cosa sia l'esplorazione speleologica. Cercare nuove grotte e nuovi ambienti sotterranei scavati dall'acqua con le tante uscite che che ci stanno dietro per sbirciare oltre ogni passaggio anche piccolissimo che magari può riservare al di là dei suoi stretti limiti, spazi geografici percorribili dall'uomo. Questo video mostra alcuni momenti di una delle tante uscite fatte nel sottosuolo della Val Lastaro (Conco, VI) dal Gruppo Speleologico CAI Marostica I barbastrji. Un dopocena un po' alternativo che vede due donne speleologhe scendere nel buio delle grotte della valle alla ricerca del passaggio che porta ai luoghi ancora sconosciuti dove va a finire l'acqua. Un buco si è formato naturalmente sul pavimento e scende alcuni metri, mentre una finestrella ci lascia vedere la continuazione a monte della grotta, ma possiamo solo sbirciare in "quell'oltre", spostando qualche sasso... è già notte inoltrata. CLICCA QUI PER APRIRE IL VIDEO. Valentina Tiberi

 

lastaro 5 maggio 2016

 

 

Pisatela bagnata, Pisatela fortunata

1 maggio 2016

05 mag. 2016 Tutto nasce venerdì. Dopo aver dato un'occhiata agli impegni per il weekend, che non presentano grandi opportunità, e con presunti grandi temporali in arrivo, mi stiracchio e mi gratto la testa. Potrei fare man massa di shopping, o accomodarmi davanti al televisore e spararmi tutta una serie di Games of Thrones. Cucinare dei dolci. Ma succede che le cose più divertenti nascano così, inaspettate, come l’arrivo di un SMS che mi dice: “Domenica in Pisatela?” LEGGI TUTTO

 

P5010039

 

VIDEO escursione didattica alla Grotta del Calgeron

28 apr. 2016 Domenica 17 aprile abbiamo organizzato un'escursione didattica alla Grotta del Calgeron dedicata a quanti avessero voluto avvicinarsi al mondo delle grotte. Ecco a questo LINK il video dell'uscita. Valentina Tiberi

 

IMG 3760

 

Esplorazioni in Val Gorghi Scuri a Marostica

27 apr. 2016 La Valle dei Gorghi Scuri, del Valletta e affluenti che rappresentano grossomodo il territorio pedemontano fra Pradipaldo e Valle San Floriano, sono i posti più selvaggi di Marostica, ricchi di cascate e giochi d'acqua, bellissime forme geologiche, una fauna e flora che si possono ammirare anche percorendo i sentieri che solcano questa fetta di territorio. Anche le grotte non mancano. Alcune sono note da molto tempo, altre le abbiamo scoperte di recente, qualcuna proprio qualche settimana fa. Tanto resta ancora da esplorare speleologicamente parlando e noi Barbastrji ci teniamo particolarmente a questa zona a due passi da casa. Vi riportiamo a questo link un breve video con le ultime esplorazioni che abbiamo fatto fra marzo ed aprile. Oltre a qualche piccola scoperta abbiamo potuto immergerci e riprendere attraverso qualche scatto fotografico luoghi inaccessibili al comune escursionista. Le esplorazioni sono ancora in corso, chissà cosa ci riserveranno i nuovi ingressi che abbiamo scoperto?! Buona visione. CLICCA QUI PER APRIRE IL VIDEO. Valentina Tiberi

 

g g 1

 

Ecco la prossima occasione per conoscere le grotte ed il Gruppo

ESCURSIONE IN MINIERA 22 MAGGIO

18 apr. 2016 Freschi ancora dell'emozione dell'uscita didattica in grotta di ieri rivolta a chi avesse voluto avvicinarsi (anche per la prima volta) al mondo delle grotte e alla speleologia, siamo qui a proporvi un'altra occasione per conoscere le grotte ed il nostro gruppo speleo attraverso un'uscita molto particolare alla portata di tutti. Visto il grande numero di adesioni a queste escursioni, tanto che anche per la giornata di ieri ci siamo trovati costretti a rifiutare adesioni, vi consigliamo di affrettarvi a prendere contatti con i capigita, i ostri speleo Massimo e Silvia per prendere posto e non perdere questa occasione! Contatti in locandina qui sotto o a QUESTO LINK! Valentina Tiberi

 

miniera 4ossi gruppo speleo barbastrji

 

DOMENICA 17 APRILE - GROTTA DEL CALGERON

Con i piedi e le mani nell'acqua

18 apr. 2016  Dopo tanti preparativi ed estremo entusiasmo da parte della nostra amica e capogita Marika, si è concretizzata l’uscita didattica alla Grotta del Calgeron a Grigno (TN), che ha visto la partecipazione come accompagnatori anche di Davide, Lara, Icio, Aurora, Piero, Pip e, beh, la sottoscritta. In totale, tra speleo e ospiti, un bel gruppo di 23 persone.

Domenica mattina, nonostante il cielo poco promettente e con tutta  l’aria di essere carico di pioggia, ci siamo ritrovati nel solito parcheggio per la spiegazione di rito e il saluto a chi per la prima volta si affaccia al mondo della speleologia (anche se ci sono dei volti già noti, come il nostro amico Roby, Nicoletta e Chiara, che sono tornati a trovarci). LEGGI TUTTO

 

IMG 3693

 

Si riprende ad esplorare il sottosuolo della Val Lastaro

16 apr. 2016 La neve tardiva di questo inverno ci ha impedito di proseguire le esplorazioni alle grotte della Val Lastaro, la piccola bellissima valle che ci ha fatto conoscere uno dei fondatori del nostro gruppo: Guido Maria Agostini. Lui aveva iniziato ad esplorare speleologicamente questa zona negli anni ottanta, esplorazioni poi fermatesi per 30 anni fino a quando due anni fa le abbiamo fatte ripartire con grande impegno noi del Gruppo Speleo dei barbastrji. Questa valle è interessante LEGGI TUTTO 

 

12990935 10209674006911199 1937967757578285488 n

 

Nella grotta più lunga d'Italia

12 apr. 2016 Il week end appena trascorso, ospiti degli amici del Gruppo Grotte Gallarate, abbiamo visitato un pezzetto di quello che è il complesso sotterraneo naturale più esteso d'Italia: oltre 58 km di grotte LEGGI TUTTO 

 

DSCN1734

 

Nuovi vertici del CAI Marostica

05 apr. 2016 Complimenti e buon lavoro alla nostra speleo Silvia Carlesso neo eletta Vicepresidente del CAI Marostica. Siamo onorati ed orgogliosi!!! 

 

La Dea della Val Lastaro. Viaggio verso gli abissi. VIDEO

03 apr. 2016 Il fenomeno idrologico che salva la valle dalle inondazioni, grazie alle sue grotte che stiamo esplorando e studiando. Clicca qui per aprire il video. Valentina Tiberi

 

Grotta del Calgeron: vi aspettiamo il 17 aprile!

Iscrizioni a numero chiuso entro l'8 aprile

31 mar. 2016 Vi regaliamo alcune foto della Grotta del Calgeron (Grigno, TN) scattate ieri durante un sopralluogo in vista dell'Escursione di Avvicinamento alla speleologia in programma il 17 aprile proprio in questa grotta. Ecco il mondo che percorreranno i partecipanti all'uscita... CLICCA QUI 

 

DSCN1651

 

Marostica straordinaria tra nuove scoperte e luoghi selvaggi

31 mar. 2016 Marostica mi fa impazzire. Stuzzica come pochi altri posti la mia curiosità di speleologa e di geologa. Le sue colline racchiudono una complessità ambientale che supera, direi brucia, senza esitazione quella di un qualunque altro posto ad esempio nel soprastante Altopiano di Asiago. E' un luogo fantastico ma per comprenderlo ci vuole l'occhio di chi cerca NON la sportività del frequentare la "montagna" (fuori o dentro) o per chi cerca record, Marostica è il posto per chi vuole ravvivare la curiosità di capire l'inaspettato dietro ogni sasso, celato nel buio di grotte che nessuno si aspetta. Per noi speleologi dei Barbastrji, che ormai da anni esploriamo questo territorio, è una fonte inesauribile di "incredibile".  Ci aspettiamo che dietro ogni sasso giallastro ricco di fossili LEGGI TUTTO 

 

12891741 835482436563653 248258212263157056 o

 

CORCHIA, traversata Eolo-Pompiere

21 mar. 2016 Il week end appena trascorso un bella squadra di speleologi dei barbastrji, insieme ad altri speleo amici veneti, toscani e piemontesi ha effettuato la traversata "Eolo-Pompiere" all'Antro del Corchia (Levigliani,LU), quella che era fino a pochissimi anni fa la grotta più lunga d'Italia con i suoi oltre 50 km di sviluppo e più di 1000 m di profondità. Una bella trasferta nel cuore dei marmi delle Alpi Apune attraverso maestosi canyon sotterranei, vecchie condotte freatiche, grandi sale, passando per il bellissimo tratto turistico ricco di concrezioni. Bellissimo fine settimana, ricco di bei posti, belle persone e grande ospitalità. CLICCA QUI PER VEDERE LE FOTO. Valentina Tiberi 

 

DSCN0678

DSCN0726

DSCN0872

 

LASTARO: la lenta metamorfosi del buio

21 mar. 2016  Con un po' di febbre addosso, un week end passato in grotta in Toscana e due settimane fuori per lavoro, ho perso la cognizione del tempo, non mi sembra neanche lunedì mentre salgo in macchina da Marostica verso Lastaro. Eppure oggi è quel lunedì 21 marzo che attendo da diverse settimane perchè è il primo giorno dopo così tanto tempo in cui posso tornare su a vedere se le piogge e lo scioglimento della neve hanno portato avanti la lenta metamorfosi che da qualche mese interessa il Buso delle Frane. La curiosità di definire l'ignoto buio sotto le nostre montagne, quel mondo che chiamiamo grotte, lo speleologo, l'ultimo esploratore del Pianeta sa che è l'espressione in sassi, roccia, acqua e buio LEGGI TUTTO

 

DSCN0978

 

Buon lavoro Silvia e agli altri neo eletti consiglieri del CAI Marostica

17 mar. 2016  Stasera si festeggia! Un brindisi alla nostra barbastrjia Silvia Carlesso e con lei agli altri neo eletti consiglieri del CAI Marostica. Buon lavoro a Silvia e a tutto il nuovo consiglio per un altro super triennio della nostra sezione CAI. Valentina Tiberi, Presidente del Gruppo Speleologico CAI Marostica i barbastrji

 

silvia brindisi consiglio 2016

 

Escursione di avvicinamento alla speleologia 17 aprile

13 mar. 2016  Riprende il programma del Gruppo Speleo I barbastrji per diventare speleologi o semplicemente conoscere il mondo delle grotte. Sono aperte le iscrizioni per l'Uscita di avvicinamento alla speleologia in programma per domenica 17 aprile! Forza! L'uscita è a numero chiuso! Non esitate a chiedere maggiori informazioni alla referente della giornata: Marika Cogo (recapiti nella locandina sottostante). I partecipanti alla giornata avranno la possibilità di iscriversi alle successive uscite didattiche in palestra di roccia o in grotta durante le quali insegneremo le tecniche di progressione in cavità orizzontali e verticali, necessarie per diventare speleologi ed iniziare a frequentare il mondo sotterraneo insieme a noi!!!

 

calgeron 17 aprile 2016

 

Speleologia sotto la pioggia

09 mar. 2016  Piove ancora, non sono belle giornate per chi ama stare all'aria aperta, la pioggia limita le attività però noi speleologi non ci siamo fermati. Il paesaggio esterno uggioso e monotono di queste giornate noi l'abbiamo contrapposto a scenari molto diversi nel sottosuolo. Domenica un bel gruppetto di barbastrji: Maurizio Mottin, Silvia Carlesso, Massimo Santini, Piero Manghisi, Marina Presa, le due giovani apprendiste speleologhe Francesca ed Elena Giachin e Stefano Trevisan dell'Unione Speleologica Pordenonese CAI hanno risalito le vene ruggenti di un Buso della Rana (Monte di Malo, VI) dai torrenti sotterranei un po' ingrossati dalle piogge ma comunque perfettamente accessibili. Entrati con l'acqua alle ginocchia, e il fragore delle cascate, sono andati poi a percorrere il silenzioso e asciutto Ramo Messico, una delle tante vie di un sistema sotterraneo che supera i 40 km di sviluppo. Del resto oggi la grotta è un relitto di un' idrologia antica diversa da quella attuale e per uno speleologo che conosca l'ambiente ed i tempi di deflusso delle piene, anche in caso di forti piogge, la grotta risulta accessibile e percorribile per buona parte della sua estensione. L'uscita è  stata bellissima ed è finita come sempre davanti ad una tavola di succulenti piatti caldi e birra. Anche qui nelle Marche piove, dove sono ora, e lo stesso cielo grigio copre l'avvicinamento alla Grotta di Buco Cattivo a Frasassi dove sono riuscita a tornare con un vecchio amico Ruggero Montesi. Una grotta che si apre ai piedi di una paretina rocciosa raggiungibile dopo una bella scarpinata a piedi di almeno 40 minuti. Dentro, la grotta, lunga qualche chilometro è bellissima per la sua varietà di ambienti. Salette ricche di concrezioni, pozzi, enormi gallerie, laghi, meandri, cunicoli, c'è tutto in questa grotta. Ne abbiamo percorso solo un pezzetto scattando qualche foto e facendo qualche video veloce che non rendono assolutamente la sua straordinarietà. Questo è comunque il link dove andare a vedere il piccolo montaggio video che ne è stato fatto: CLICCA QUI PER APRIRLO Neanche qua, in moltissimi casi, andare in grotta con la pioggia è un problema perchè le grotte sono state formate da flussi di acqua acida risalenti dal basso più che dalla percolazione dall'alto. Dunque sebbene il contatto con la superficie esista come in tutte le grotte naturali, è molto limitato rispetto a quello di una grotta formata per carsismo classico. Valentina Tiberi 

 

cattivo topografica

 

Nuova grotta a Conco ecco il video dell'esplorazione!

29 feb. 2016  Pioggia, piove tanto ma finalmente possiamo andare a vedere se sotto il nero buio di un buco apertosi a Conco, si nasconda una grotta. Siamo uno squadrone di barbastrji: io, Maurizio Mottin, Marika Cogo,Davide Bertinazzo, Aurora Costenaro, Elena e Francesca Giachin, Massimo Santini e Silvia Carlesso. Aperto di un pelo il buco nell'asfalto che soffia aria calda, riusciamo a scendere. Sotto una saletta naturale con stalattiti che pendono dal soffitto insieme a vele e ad un paio di eccentriche. Si scende ancora sullo scivolo della roba franata. Due scoli d'acqua ci lavano coi loro rivoli intermittenti. Giù, c'è davvero una grotta, non era un buco qualunque. C'è un canyon sotterraneo che scende finchè il cono di detriti va ad ostruire il passaggio, ma si vede benissimo che la grotta naturale non finisce lì, lì dove ieri ci siamo fermati. Questo il link del video dell'esplorazione: https://youtu.be/BwKJCV7y_Hs Valentina Tiberi

 

buco conco discesa 2016 

 

Il nuovo Consiglio Direttivo dei barbastrji

25 feb. 2016  Ieri sera all'Assemblea dei Membri attivi dei barbastrji è stato eletto il nuovo consiglio direttivo del Gruppo:

Presidente: Valentina Tiberi
Vicepresidente: Maurizio Mottin
Segretaria: Bianca Trevisan
Consigliere: Massimo Santini
Consigliere: Silvia Carlesso
Consigliere: Aurora Costenaro
Consigliere: Marina Presa

Sebbene un ordine e una struttura siano necessari, il bello dei barbastrji è che finora abbiamo sentito le cariche come un puro proforma. Fortunatamente l'amicizia e il buonsenso sono le cose che portano avanti il Gruppo. Del resto se in un gruppo, soprattutto in speleologia, non sono i buoni rapporti umani e il rispetto reciproco che lega le persone, non c'è carica o consiglio che tenga. Il gruppo è già morto, un luogo dove non si sta bene. Ringrazio tutti i barbastrji per il bellissimo clima che tutti hanno creato all'interno del gruppo in questi primi anni della sua attività e speriamo che continui così. Un augurio... a noi! Che l'amicizia, il rispetto reciproco, la comprensione ed il buonsenso possano essere sempre le cose che ci guidano, nella nostra attività speleo ed in quella di tutti i giorni. Valentina Tiberi

 

barbastrji

 

 

Abisso dei Lesi - I barbastrji in gita nel veronese ma non nella città dell'Amore

23 feb. 2016  Complice l’amicizia instaurata tra me, Lara Vettorazzo e Alan De Simone, domenica 21 febbraio, siamo andate insieme ad alcuni compagni di gruppo (Maurizio “Buba” Mottin, Massimo Santini e Silvia Carlesso) a farci un bel giro all’Abisso di Lesi a Bosco Chiesanuova (VR). Ci si sveglia di buona lena, alle 7 siamo tutti per strada: con Alan l’appuntamento è alle 8,30 all’uscita di Verona Est in una MERAVIGLIOSA pasticceria, dove possiamo finalmente dare inizio nei migliori dei modi, ovvero con una bella colazione, a quella che sarà una splendida giornata. LEGGI TUTTO

 

 P1050345

 

Dal palco alla terra, 12 intense ore di questo week end

21 feb. 2016  Venerdì scorso dalla 21 alle 23 abbiamo presentato a Marostica di fronte ad una bella platea di uditori, foto e filmati delle grotte che si celano nel cuore delle colline marosticensi e abbiamo concluso la serata condividendo con il pubblico la trepidazione di sapere cosa fosse un nuovo buco che avevo trovato a Vallonara solo il giorno prima. Così in occasione della serata stessa, un gruppetto di barbastrji si è organizzato per andarlo ad esplorare la mattina seguente! Una sottile crosta di terra spessa pochi centimetri faceva da tappeto ad una voragine larga almeno un metro!!! Come in un favola abbiamo provato l'emozione di sbirciare quasi per caso dietro una radice scorgendovi un grande vuoto! Siamo partiti così io, Massimo Santini, Silvia Carlesso ed Aurora Costenaro attrezzati per scendere la voragine. Il terreno che da marrone diventa nero perchè il buio del mondo sotterraneo prende il posto della terra e delle foglie di un bosco  è una trasformazione cromatica che regala un languido piacere a chi ha l'animo dell'esploratore. Così, ecco Massimo che in pochi minuti è già dentro il buco. Dice che scende in verticale poi gira di lato e oltre si vede più grande. Porta in una spaccatura che da su una sala che ... ben conosciamo!!! Ci si rende conto ben presto di essere finiti dentro la Grotta Alice, cavità che avevamo scoperto un paio di anni fa. Non era dunque una grotta nuova bensì un secondo accesso per una grotta già nota. Marostica continua a sorprenderci soprattutto perchè il luogo dove abbiamo scoperto questo nuovo pozzo naturale lo abbiamo calpestato tante volte durante l'esplorazione della grotta Alice. Che posto! Davvero le colline marosticensi hanno un mondo più esteso "di sotto" che sopra! Valentina Tiberi

 

DSCN0116 bis

DSCN0159

 

 

Miniere e morene sul Lago d'Iseo

14 feb. 2016  Il 22 maggio per chi non è speleologo e vuole avvicinarsi al mondo sotterraneo con qualcosa di molto particolare alla portata di tutti, il Gruppo I barbastrji prevedrà una giornata di visite ad alcune vecchie miniere di ferro sul Lago d'Iseo, guidati dal Gruppo Speleo Montorfano. La particolarità di queste cavità, sta sia nella storia estrattiva che risale all'epoca romana, sia nella successiva mineralizzazione fatta dall'acqua lungo le pareti delle gallerie. Stalattiti e stalagmiti, colate e vele, pisoliti, vaschette colorate e dalle forme insolite. Ieri abbiamo fatto un sopralluogo proprio in vista di questa uscita e vi anticipiamo alcuni scenari che potranno ammirare gli iscritti alla gita del 22 maggio. Presto arriveranno anche i dettagli dai nostri referenti organizzatori Silvia Carlesso e Massimo Santini e verranno aperte le iscrizioni. Non molto distante dalle miniere, anche forme glaciali molto interessanti, come antiche morene cioè depositi abbandonati dai ghiacciai, trasformate dall'erosione della pioggia in morfologie che sembrano sfidare le leggi della natura. Ecco qualche foto della giornata di ieri. Clicca qui per GUARDARE LE FOTO. Valentina Tiberi 

 

20160213 121811

12728846 810961022349128 1612441460856405179 n

 

Marostica: un mondo sotterraneo lungo oltre un chilometro

INIZIANO LE "SERATE DELLA MONTAGNA CAI"

03 feb. 2016  Sta per iniziare il ciclo di serate tutte dedicate alla montagna che il CAI Marostica organizza ogni anno a febbraio. Per 3 venerdì a partire dal 12/02 vi aspettiamo presso l'ex Chiesetta di San Marco a Marostica alle h 20,45 per emozionarsi con le esperienze che ci vorranno raccontare i relatori. Il programma è il seguente: 

12.02.16 Perù 2015 – Un trekking tra vita ed ambienti andini - Roberto Pigato e Piero Baù

19.02.16 Marostica: un mondo sotterraneo lungo oltre un chilometro - Gruppo Speleologico CAI Marostica “I barbastrji”

26.02.16 Il ponte azzurro cielo – Hindukush 2015 - Dalla bellezza delle montagne all'alpinismo umanitario - Tarcisio Bellò e Giuseppe Bosio

Anche dunque una serata dedicata alle Grotte di Marostica, il 19 febbraio, in cui i relatori del Gruppo barbastrji, attraverso immagini, filmati e racconti, vi faranno conoscere un mondo che nessuno si aspetterebbe sotto le nostre colline: oltre 20 grotte naturali, frutto della corrosione ed erosione millenaria dell'acqua. Alcune di queste le hanno scoperte recentissimamente gli speleologi dei Barbastrji, i quali continuano tutt'ora ad esplorarle scoprendo nuovi spazi sotterranei e nuovi particolarità. Questa serata sulle grotte sarà interessante per tutti gli abitanti di Marostica e dintorni, ma anche per tutti i curiosi ed interessati alla speleologia. Gli speleologi dei Barbastrji ormai da qualche anno hanno riesplorato e documentato le grotte marosticensi trasformandole da grotte dimenticate a laboratorio di didattica speleologica unico in Italia. Questa serata parlerà anche di questo grande lavoro fatto dai nostri speleo e potrà essere l'occasione dunque per scroprire cosa fa lo speleologo e come diventare speleologi. Valentina Tiberi

 

19 feb 2016 serata grotte marostica ridotto

 

Una giornata di esercitazioni di rilievo alle grotte di Marostica

30 gen. 2016  La scorsa settimana eravamo in palestra di roccia per fare esercitazioni d'armo, oggi invece ci si esercita nel rilievo classico sotto le colline di Marostica. Speleologia infatti è tante cose insieme ma soprattutto è la documentazione degli ambienti sotterranei, facendone in primis il rilievo ovvero "la mappa" della grotta, un'operazione non semplice che richiede anche tante ore di lavoro sia in grotta sia fuori. Valentina Tiberi

 

HPIM7600

10985961 765179530260611 482961965535963662 n

12631018 10205292297617957 555511683 o

 

Si impara ad armare, cioè ad attrezzare una parete con corde speleo

26 gen. 2016  Domenica scorsa, nonostante il freddo pungente, siamo saliti alla palestra di roccia detta il "Cogoeon di Valgadena" per fare una bella giornata di esercitazioni d'armo rivolte a tutti i barbastrji che vogliono imparare ad attrezzare una parete con corde speleo. Via di nodi, ancoraggi e l'emozione di scendere, per alcuni, per la prima volta, su una corda attrezzata da se stessi, mentre per i più esperti, tutti ad armare vie nuove in piena autonomia. Eravamo un bel gruppo di una decina di persone: io, Maurizio Mottin, Massimo Santini, Andrea Grigoletto, Bianca Trevisan, Aurora Costenaro, Massimiliano Lazzari, Marika Cogo e Lara Vettorazzo con i suoi due simpatici amici a quattro zampe. Prossime palestre: per imparare le tecniche di emergenza su corda in grotta, quindi per i più esperti, ma anche per chi vuole cominciare a muove ei primi passi nella speleologia. Una palestra tutta dedicata a chi vorrà provare per la prima volta come si sale e si scende per una corda speleo. Valentina Tiberi

 

12583772 10205260741549075 313700304 n

12620435 10205260734708904 727881130 o

 

 

Sono aperte le iscrizioni per il 21 Corso Propedeutico abilitante all'esame da Istruttore di Speleologia della SNS-CAI

23 gen. 2016  Come già anticipato, il Gruppo dei Barbastrji organizzerà nel 2016 uno dei tre corsi più importanti della Scuola Nazionale di Speleologia del CAI: il 21° Corso Propedeutico abilitante all'esame da Istruttore di Speleologia CAI che si terrà a Rubbio (VI) dal 3 al 9 luglio 2016. Il corso avrà lo scopo di fornire agli allievi gli indirizzi didattici necessari per affrontare in maniera proficua l’esame da Istruttore di Speleologia SNS-CAI ma più in generale per approcciarsi in maniera didatticamente corretta alla trasmissione delle conoscenze speleologiche, soprattutto con neofiti. Un corso per chi vuole diventare Istruttore di Speleologia CAI ma non solo dunque, visto che lo speleologo è, per definizione, colui che diffonde le conoscenze speleologiche. Per tutti i dettagli è possibile scaricare la brochure completa CLICCANDO QUI. Le iscrizioni al corso sono aperte, vi aspettiamo! La direttrice del corso, Istruttore Nazionale di Speleologia Valentina Tiberi

 

propedeutico 2016 marostica barbastrji

 

Un'avventura in grotta

20 gen. 2016  In una soleggiata ma quanto fredda domenica di gennaio, il Gruppo Speleologico CAI Marostica “I Barbastrji” (Valentina Tiberi, Maurizio Mottin, Marika Cogo, Massimo Santini, Andrea Grigoletto e la sottoscritta) ha accompagnato un gruppo di persone che, per la prima volta si affacciavano alla speleologia, alla scoperta delle grotte di Marostica.

La particolarità di questa escursione stava nell’esplorazione di alcune grotte presenti nel territorio marosticense (quasi 20 in totale!): tra le colline, nascoste dai vitigni e dai verdi boschetti, esiste una realtà di piccoli buchetti ma anche ben più sviluppati ambienti ipogei.

Graditi ospiti, si sono aggiunti Massimo De Pretto, Michele (Miguel) Iadini, Marco Boarin e Marco De Pretto del Gruppo Grotte Schio e Angela Schiavo del Gruppo Grotte G. Trevisiol.

L’uscita è stata organizzata in modo tale che si potessero visitare ben 3 grotte diverse, il Buso delle Mole (una new entry!) e una delle Gallerie di San Luca, entrambe artificiali, e il Buso delle Anguane, di tipo naturale.

Il Buso delle Mole si presume sia stata un’antica cava di arenaria; LEGGI TUTTO

HPIM7510 ok

 

 

News da Lastaro

15 gen. 2016 Sono passati due anni da quando, reduce di racconti e miti d'altri tempi, ho messo piede per la prima volta in Val Lastaro alla ricerca delle sue grotte, o meglio di una in particolare. Avevo lasciato la macchina all'incrocio con la Val Biancoia e avevo preso il sentiero che passa dietro le prime case di Lastaro, passa vicino al "boschetto" e arriva al campo sportivo. La neve scricchiolava sotto i miei scarponi e il silenzio mi aveva portato in un'altra dimensione, dove il tempo era scandito solo dai battiti intensi del mio cuore, dal mio respiro ansioso, calmati solo dall'ameno grido di un falco. Era gennaio ed ero sola. Ad agosto sono arrivati in valle anche gli altri barbastrji e la nostra speleologia esplorativa da quel momento si è concentrata proprio là, soprattutto là, in quel posto, dove le acque di due valli vanno a dissetare alcune grotte ed inghiottitoi. LEGGI TUTTO

 

lastaro neve 2016

 

Ecco la prima occasione del 2016 per avvicinarsi alla speleologia e conoscere la natura inaspettata celata nel cuore delle nostre colline

 Il Gruppo Speleo CAI Marostica i barbastrji vi invita domenica 17 gennaio! Escursioni alle grotte di Marostica per chi vuole avvicinarsi al mondo della speleologia. Un'avventura inaspettata per conoscere qualcosa che non si sarebbe mai pensato potesse esistere nel cuore delle nostre colline. Per info ed iscrizioni referenti della giornata: Valentina Tiberi e Marina Presa (Tel. 333-4961125 333-5392049 Mail: CONTATTI GRUPPOLE ISCRIZIONI CHIUDONO IL 15 GENNAIO

 

avventura in grotta ridotto

 

DIVENTARE SPELEOLOGI CON I BARBASTRJI

07 dic. 2016 E uscito il N° 73 della rivista "Speleologia" dove è pubblicato anche il grande lavoro unico in Italia che stiamo facendo per far crescere speleologi di tutte le età e far conoscere a tutti quali impensabili grotte si nascondano nel cuore del nostro territorio. Questo è il link dove visionare il contenuto multimediale EXTRA della pubblicazione relativo alla nostra didattica. CLICCA QUI PER APRIRLO Valentina Tiberi

 

Speleologia a scuola

28 dic. 2015 Venerdì 11 dicembre abbiamo portato la speleologia in classe. Una soddisfacente mattinata dove i nostri speleologi, anzi speleologhe, hanno fatto conoscere agli alunni della Classe Prima della Scuola Secondaria di primo Grado "Dame Inglesi" di Vicenza, quale incredibile mondo si nasconda nel cuore delle nostre montagne. Una lezione di speleologia dove abbiamo parlato di come e dove sono le grotte scavate dall'acqua nel recente tempo geologico, come si sia sviluppata la vita al loro interno, qule sia il clima ipogeo e l'importanza delle grotte nel ciclo dell'acqua. Davvero interessati i ragazzini che ci hanno fatto una miriade di interessanti domande. Valentina Tiberi

 

12365996 561560783997402 957249247146829121 ooiuytr

12342618 561560763997404 3206949664139643061 n

12346398 561560873997393 580805028998443520 n

 

 

 

Esplorazioni tra Lusiana, Conco e Lastaro

21 dic. 2015 Nelle ultime due settimane l'attività esplorativa dei barbastrji non si è fermata ed è andata di pari passo con la formazione di nuovi speleologi, alcuni dei quali ci hanno seguito facendo le loro prime esperienze di esplorazione. Sono stati giorni in cui abbiamo spazzolato per così dire i boschi tra Lusiana e Conco alla ricerca di nuove grotte, abbiamo ispezionato voragini che si sono aperte in centro paese e ci hanno fatto entrare dentro a grotte, siamo tornati a Lastaro, scoprendo nuovi buchi soffianti e per proseguire le esplorazioni al fondo del Buso dell'Asinello. LEGGI TUTTO

 

HPIM7088

 

ULTIMI GIORNI PER ISCRIVERSI

 

escursione al buso della rana 13 dicembre

 

21° Corso Naz. Propedeutico abilitante all'esame da Istruttore di Speleol. CAI

06 dic. 2015 E' con grande soddisfazione che comunichiamo che per 2016 il Gruppo Speleologico CAI Marostica i barbastrji organizzerà uno dei 3 corsi nazionali più importanti della Scuola Nazionale di Speleologia del CAI: il Corso Propedeutico abilitante all'esame da istruttore di speleologia, che sarà diretto dall' INS Valentina Tiberi e si svolgerà nel vicentino dal 3 al 9 luglio 2016. Scopo del corso sarà quello di fornire agli allievi gli indirizzi didattici necessari per affrontare in maniera proficua l’esame da IS SNS-CAI ma più in generale per approcciarsi in maniera didatticamente corretta alla trasmissione delle conoscenze speleologiche, soprattutto con neofiti. E' un corso per chi vuole diventare istruttore in definitiva ma anche no visto che nella quotidiana pratica della speleologia non sono certamente solo gli istruttori a trasmettere le proprie conoscenze. Durante il corso verranno svolte diverse lezioni teoriche sulle materie generali della speleologia come la biospeleologia, la geologia, il rilievo topografico, verranno svolte 2 palestre di armo, tecniche di emergenza, materiali e le stesse verranno anche applicate in grotta. Gli allievi dovranno vestire i panni dell' istruttore e comportarsi come tale nei vari ambiti tecnici e e culturali che verranno proposti durante il corso. Sarà necessario dunque che gli iscritti abbiano già delle buone basi di tecnica e cultura di base. Il corso è la prosecuzione ideale del proprio percorso formativo per tutti coloro che abbiano partecipato ad un corso di perfezionamento tecnico sns-cai. 
E per chi non abbia ancora raggiunto un livello adeguato a tale corso sarà comunque possibile seguire alcune lezioni teoriche o pratiche concordandosi con la direzione del corso. Prossimamente arriverà il programma dettagliato. Intanto, aspiranti istruttori e non tenetevi liberi per quel periodo!!!
 

 

Continuano le esplorazioni in Val Lastaro

27 nov. 2015  Cos'è la speleologia? E' anche cercare nuove grotte in mezzo alle nebbie lattigginose di una valle dell'Altopiano che quasi tutti mi chiedono "dov'è?" e scoprire dove proseguano quelle già conosciute, cosa ci sia oltre un muro di terra e sassi fatto su dall'acqua per proteggere segreti sotterranei. Partire da casa nonostante la pioggia per andare a Lastaro a cercare grotte, quel buco che nessuno ha mai trovato, piccolo o grande che sia, magari solo un piccolo occhio nero che  respira aria dal profondo. LEGGI TUTTO 

 

P1010112

P1010013 ok

P1010036 ok

 

Un'altra occasione per diventare speleologi...

26 nov. 2015  Per domenica 13 dicembre il Gruppo organizza una giornata in grotta al Buso della Rana (Monte di Malo,VI) per apprendere le nozioni e le tecniche di base indispensabili per iniziare a frequentare il mondo delle grotte. Un'escursione didattica aperta ad adulti e ragazzi sopra i 10 anni durante la quale faremo progressione in grotta e leggeremo negli ambienti che incontreremo la geologia, la biologia, l'idrologia e il meteo della cavità. E' l'occasione giusta per chi vuole avvicinarsi alla speleologia e al nostro gruppo speleo dei barbastrji. Le iscrizioni scadono il 10 dicembre. 

 

escursione al buso della rana 13 dicembre

 

Buso della Rana. Come la grotta diventa sinonimo di collaborazione

24 nov. 2015 Come ogni “grande avventura” non esiste documentazione fotografica. Come ogni spedizione degna di nota, la realtà si mischierà con la leggenda.

In un piovosa giornata, sabato 21 Novembre, un gruppetto di persone s’è data appuntamento in un parcheggio per fare un giro al Buso della Rana. Una piccola delegazione, rappresentata da pochi elementi per ciascun gruppo. Gruppo “I Barbastrji” di Marostica (Bianca e Aurora), Gruppo Grotte “G. Trevisiol” di Vicenza (Paola e Angela), Gruppo Grotte Schio (Miguel e Massimo), Gruppo Speleologico Perugia (Rudy): quando amicizia e passione per la speleologia avvicinano e aggregano le persone. Un aspetto importantissimo. LEGGI TUTTO

 

12279172 10207061150223836 6332550348953340254 n

 

Nuovi apprendisti speleologi

24 nov. 2015  Negli ultimi dieci giorni i barbastrji hanno organizzato due uscite in grotta per chi avesse voluto mettersi alla prova con un'esperienza speleologica, per capirci di piu sul mondo delle grotte o per iniziare il percorso per diventare speleologi. La prima ha fatto seguito ai festeggiamenti per l'inaugurazione della nostra nuova sede CAI. Siamo andati al Buso delle Anguane di Crosara di Marostica. Un'uscita in grotta in notturna LEGGI TUTTO

 

12227683 1238021342881676 984352300369160728 n

 

barbastrji riscoprono una vecchia cava in parete a Marostica

23 nov. 2015  Capitelli, piccola frazione che domina le colline di Marostica, qui sono segnalate al Catasto delle Grotte del Veneto almeno 3 cavità naturali. Le abbiamo cercate in diversi tentativi negli ultimi tre anni, scoprendone anche di nuove calandoci con le corde giù per le ripide pareti della Val dei Corvi, un'erta forra, con bellissime cascate, un posto selvaggio regno di cornacchie, rovi e qualche relitto di umanità. Lo scorso dicembre in una di queste spedizioni abbiamo ritrovato il Buso delle Mole LEGGI TUTTO 

 

12274758 770339919744572 810090689475673428 n ok

 

Spaluga di Lusiana

16 nov. 2015 Negli ultimi due mesi abbiamo fatto almeno 7 visite alla nota Spaluga di Lusiana (VI), l'ultima, ieri, eravamo quasi in 20 insieme agli amici dell'Unione Speleologica Pordenonese CAI. Questa grotta, profonda circa 270 metri, si apre attraverso due ampie voragini che con un salto di ben 108 metri permette di raggiungere un maestoso salone. I due ingressi lasciano filtrare la luce dentro e visti da sotto sembrano due grandi luminosi occhi che ti guardano, quasi, ti proteggono. Dalla base del salone infatti l'effetto che si ha guardando verso fuori è ben diverso da quello che si ha affacciandosi da sopra sul nero del fondo. Dalla base del salone la luce che filtra dall'alto falsa la profondità della verticale e il ciglio della grotta con i suoi faggi sembra... là! Da sopra, dalla piattaforma di roccia perfettamente piatta dalla quale ci si cala nel vuoto invece sembra di affacciarsi in un buco senza fondo. LEGGI TUTTO

 

RIMG2121 ok 

 

Ci siamo! Vi aspettiamo domani sabato 14 novembre!

13 nov. 2015 Sabato 14 novembre, dalle ore 16,  vi invitiamo a visitare la nostra nuova sede CAI, fare due chiecchiere, bere un goccio e se volete provare qualcosa di diverso dal solito ma fattibile per tutti, abbiamo organizzato dale 19 alle 23 un giro al Buso delle Anguane di Crosara dove un vero essere delle grotte farà la sua apparizione!!! Sarà un'occasione per conoscree il Club Alpino Italiano e i suoi gruppi tra i quali anche noi speleologi dei barbastrji. Siamo a vostra disposizione per farvi conoscere l'inaspettato mondo delle grotte! Per ulteriori info sull'uscita non esitate a contattarci! Per l'uscita in grotta potete anche presentarvi entro le 19 presso la nuova sede CAI dalla quale è prevista la partenza. Sarà necessario venire vestiti con un abbigliamento da battaglia e scarponi e se ne siete in possesso: una torcia, un caschetto roccia, guanti da giardinaggio. Metteremo comunque a disposizione dei partecipanti materiali (caschi, luce ed abbigliamento) per chi ne fosse sprovvisto, fino ad esaurimento. E' un'esperienza da provare! VI ASPETTIAMO! 

 

14 novembre 2015

 

 

Lezione ad "interrogazioni" DIDATTICA PER SPELEOLOGI

03 nov. 2015 Un metodo alternativo alla classica lezione teorica per mantenere viva l'attenzione, valutarsi e fare una bella spolverata sulle varie tematiche della speleologia. Continua la formazione continua portata avanti dal Gruppo dei barbastrji questa volta destinata a chi è già spelelogo. Una serata di "interrogazioni" e una simulazione di una prova orale dell'esame da Istruttore di Speleologia. Presto la continuazione! Valentina Tiberi

 

1 2 3

 

Sopralluogo a - 420 m all'Abisso Spaurasso (Cima Grappa) 

28 ott. 2015 Questo week end le condizioni meteo erano quelle giuste, i barbastrji per comporre la squadra erano liberi ed allora ci organizziamo per tornare finalmente dopo 4 anni a - 400 all'Abisso Spaurasso, la grotta naturale più profonda del Monte Grappa. A questa profondità infatti ci sono le "Gallerie sabbiose" due belle ex condotte freatiche dove spira una forte corrente d'aria. Una di queste è parzialmente ostruita da sabbia, ghiaia ed altro materiale portato da un acqua antichissima. Solo una piccola fetta di vuoto tra sabbia e soffitto va avanti fin dove non si riesce a vedere e anche da li sferza in faccia un forte vento. Cinque anni fa io e Maurizio Mottin, abbiamo fatto diverse uscite per proseguire le esplorazioni, allora con il Gruppo Speleologico Geo CAI Bassano che ha scoperto ed esplorato la grotta più di 20 anni orsono e fatto poi successive esplorazioni fino a non molto tempo fa. Durante l'ultima uscita alle Gallerie, che è anche stata l'ultima spedizione esplorativa in quel posto, ci avevo portato i miei allievi del Corso di Perfezionamento Tecnico SNS-CAI del 2011.

LEGGI TUTTO 

20151024 113538 ok

RIMG2167 ok

 


strilloneSiamo su "Lo Strillone"

28 ott. 2015 Sull'ultimo numero de  "Lo Strillone del Quadrilatero" potete leggere il nostro articolo "Grotte, l'ignoto tra scienza e terapia". Lo trovate nei luoghi pubblici di Marostica e dintorni. Buona lettura! Valentina Tiberi

 

 

 

LASTARO - Armo ed esplorazione del Buso dell'Asinello

08 ott. 2015 Nei luoghi dove le acque della Val Lastaro e della Val Biancoia (Conco, VI), decidono di abbandonare il sole per inabissarsi sottoterra, ci sono tutta una serie di grotte-inghiottitoio che stiamo esplorando e studiando da poco più di un anno. Tra queste ce ne sono due che sono le più grandi, maestose, grandiose, una il Buso delle Frane, un canyon largo alcuni metri, e alto non sappiamo ancora quanto, ed il Buso dell'Asinello, una bellissima voragine carsica che scende per una ventina di metri con un'apertura di olte 10 m. Gli strati poco inclinati di calcare dolomitico danno al pozzo una struttura ad anelli concentrici bellissma da vedere, insieme ai suoi due fori d'ingresso che assomigliano da sotto a due aperture oculari che guardano il cielo. Tutt'attorno, nella piccola isola di bosco dove si apre la voragine, ci si può abbandonare al silenzio del vento tra gli alberi, qualche scampanellio lontano di mucca, ed il verde dei prati della Val Lastaro che colora gli spazi di panorama lasciati liberi dal bosco. Labirinti di crepacci LEGGI TUTTO

6

 

Alla ricerca del Timavo

08 ott. 2015 Sono appena passati un paio di giorni dal ritorno alla quotidianità della settimana lavorativa, e ne approfitto per scrivere due righe, ora che i ricordi sono freschi e ancora sono ben impressi nella mia mente.

Il nostro gruppo Speleo “I Barbastrji” (Silvia Carlesso e Massimo Santini in veste di capigita, Valentina Tiberi, Maurizio Mottin, Andrea Grigoletto, Aurora Costenaro,  Davide Bertinazzo e la sottoscritta), più uno speleo del Gruppo Grotte Schio  (Massimo De Pretto) e una nota aggiunta di amici non speleo  (Loris, Angie, Paolo, Silvia, Giorgia, Fabio, Claudio, Alba, Veronica, Roby) s’è avventurata tra la Slovenia e il Carso Triestino, ripercorrendo i passi di quegli esploratori che a fine ‘800 hanno nutrito forti speranze e impiegato ingenti energie per captare il Timavo nelle profondità della Terra. LEGGI TUTTO

 

20151004 085723 ok

 

 

Leggi gli articoli dei mesi precedenti:

Luglio/settembre 2015

Giugno 2015

Maggio 2015

Aprile 2015

Marzo 2015

Febbraio 2015

Gennaio 2015 

Dicembre 2014 

Novembre 2014 

Ottobre 2014

Settembre 2014

Agosto 2014

Luglio 2014

Giugno 2014

Maggio 2014

Aprile 2014

Marzo 2014

Febbraio 2014

Gennaio 2014 - Dicembre 2013

 

             

Tutto il materiale contenuto in questo sito è del Gruppo Speleologico CAI Marostica i barbastrji

 

Letto 58702 volte
Joomla templates by a4joomla